Matteo Farinella

Biography

Neuroscienziato e fumettista, da anni studia e lavora nel nascente campo della graphic science: dopo aver conseguito un dottorato di neuroscienze alla University College London, Matteo Farinella ha deciso di combinare le sue conoscenze scientifiche con la sua passione per il fumetto.

Nel 2013, ha pubblicato Neurocomic (Rizzoli Lizard), un graphic novel tradotto in oltre 10 lingue, e nel 2017 Cervellopoli (Editoriale Scienza) un’introduzione al cervello per lettori di tutte le età.

Ha collaborato con università e centri di ricerca internazionali a diversi progetti di divulgazione scientifica, e le sue illustrazioni hanno vinto importanti riconoscimenti, come la Science Visualization Challenge della National Science Foundation nel 2015.

Nel 2016, Matteo ha vinto una borsa di ricerca in Società e Neuroscienze alla Columbia University di New York, dove ha studiato l’uso di fumetto e animazione come mezzi di divulgazione scientifica.

Intervento

Raccontare la Scienza a Fumetti

«Sempre più scienziati ricorrono al fumetto per rendere la loro ricerca più accessibile al grande pubblico. Combinando la leggibilità di un romanzo con la chiarezza delle spiegazioni visive, il fumetto può essere un mezzo ideale per presentare argomenti complessi a lettori di tutte le età, superando barriere linguistiche e culturali.

Cosa accomuna i migliori fumetti scientifici? Qual è il giusto bilanciamento tra fatti e fiction? Cosa caratterizza un’efficace metafora visiva?

Usando esempi selezionati dal proprio lavoro e altri classici del genere, faremo un viaggio nella scienza a fumetti, con suggerimenti di lettura e consigli pratici per chi vuole raccontare la scienza per immagini».

  • Quando

  • Sabato 5 ottobre 2019, ore 13.45
  • Dove

  • Auditorium